Home > Personaggi > Giuseppe Toniolo: beato laico al servizio del bene comune

Giuseppe Toniolo: beato laico al servizio del bene comune


 

“Vivere è pensare e operare” Giuseppe Toniolo

Oggi voglio raccontarvi di un beato nato nel mio Veneto, Giuseppe Toniolo, che nacque a Treviso il 07 Marzo 1854. Morì il 17 Ottobre del 1917, e dagli anni ’40 le sue spoglie riposano nella chiesa “Maria Santa di Pieve di Soligo. Nel 1971 venne dichiarato venerabile. Nel Gennaio del 2011 papa Benedetto XVI° firma il decreto sul miracolo a lui attribuito, la completa guarigione di Francesco Bertolini.

Fu padre di 7 figli, tra cui una figlia che prese i voti con il nome di Suor Pia.

Per me, egli rappresenta il perfetto modello di laico cristiano, che s’impegna nel mondo pur mantenendosi coerente con la sua fede.

Egli era un sociologo, un economista, porofessore universitario, che cercò di riportare l’etica e lo spirito cristiano nell’economica e cercò di coinvolgere i cristiani nella vita pubblica dell’Italia. Fu uomo d’azione, uomo di scienza e uomo di fede contemplazione. Uomo dalle mille sfaccettature: uomo, marito, padre, insegnante, credente.

Si trovò ad operare in un’epoca ostile al Cattolicesimo, in cui il liberalismo, il materialismo e l’utilitarismo mossero i primi pesanti passi per cercare di distruggere il Cattolicesimo. Non solo: ma dovette affrontare anche la massoneria, e un indifferentismo religioso sempre più trionfante.

Si trovò inserito nel conflitto tra fede e scienza, conflitto che lui trovava artificioso. La fede e la fiducia incrollabile in Dio e nella sua provvidenza furono per lui luce che rischiararono il cammino della vita , che non fu sempre facile, furono strumenti che utilizzò per analizzare e giudicare tutto ciò che accadeva.

Fu uomo umile, paziente, sempre pronto ad aiutare gli altri.

Portò il suo contributo alla preparazione dell’enciclica “Rerum Novarum” che venne scritta da papa Leone XIII° nel 1891, e che fu la prima del corpus della dottrina sociale della chiesa. Le sue idee sociali così ricevettero la massima delle conferme.

Fu promotore dell’idea dell’università cattolica. Per le sue idee, venne perseguitato insieme ai principali esponenti del movimento cattolico, ma questo non lo scoraggiò.

Ebbe un occhio di riguardo per le donne che divennero un importantissimo alleato nella ricostruzione della società.

Contribuì all’organizzazione e allo sviluppo del movimento cattolico italiano.

La figura e l’opera del Toniolo vennero esaltate e prese a modello in tutto il mondo.

Ho voluto brevemente parlarvi di questo beato perché ritengo che la sua vita e la sua opera debbano essere riscoperti in un momento storico così particolare.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Annunci
Categorie:Personaggi
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: