Home > Articoli, Eutanaisa, Riflessione > Ma noi siamo poi così diversi?

Ma noi siamo poi così diversi?


 

Germania. 14 Luglio 1933.

In questo giorno venne promulgata la legge per la prevenzione di discendenti malati di malattie ereditarie, che è stata il punto di partenza di quello che possiamo chiamare il programma di eutanasia di adulti e bambini che presentavano difetti fisici o mentali.

Questo programma venne diviso in diverse fasi, la più famosa delle quali è l’Action T4, e nasce dall’ideologia social-darwinista, eugenetica e razzista che ha permeato il nazismo, per cui attraverso la sterilizzazione e l’uccisione dei malati, si cercava di rendere pura la razza germanica.

Le persone, prima di essere uccise, vennero utilizzate come cavie per la ricerca scientifica.

I morti furono almeno 200.000.

Da qui all’apertura dei campi di concentramento e alla soluzione finale il passo è stato poi breve.

Se volete saperne di più vi suggerisco la visione dello spettacolo di Marco Paolini “Ausmerzen” e la lettura del libro omonimo.

Dopo averlo letto, mi sono chiesta: ma noi, Occidente, siamo così diversi dai nazisti che 83 anni fa ammazzavano delle persone che erano colpevoli unicamente di essere ammalate e quindi poco produttive per lo stato?

Pensiamo ai bambini a cui viene diagnosticata la sindrome di Down: il 90% di loro viene abortito!

Anche oggi attraverso delle leggi, vedi leggi sull’aborto e sull’eutanasia, possiamo eliminare chi sta male invece che prendercene cura.

Questo è un pensiero che mi fa star male perché ci definiamo progrediti ed illuminati, ma mi chiedo se lo siamo poi veramente.

  1. ottobre 29, 2016 alle 09:28

    Complimenti per l’articolo Frenci!

    • ottobre 30, 2016 alle 14:46

      Grazie. Un pensiero che avevo in testa e che ho messo per iscritto.

  2. ottobre 30, 2016 alle 14:50

    Si, apprezzo sempre il tuo pensiero, fatta eccezione per la tua stima nei confronti dei russi, che non mi trova del tutto d’accordo.
    Comunque sei molto brava, complimenti!

    • ottobre 30, 2016 alle 17:51

      Diciamo che i russi li stimo per alcune cose e per altre meno, comunque grazie per i complimenti che non so se meritati.

      • ottobre 30, 2016 alle 18:03

        A me piace moltissimo la cultura russa Pre Rivoluzionaria e dei dissidenti, per nulla quella bloscevica e del Potere Putiniano adesso.

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: