Home > Festa, Liberazione, Riflessione > Non ci siamo!

Non ci siamo!


 

Per me la festa del 25 Aprile è una festa difficile da celebrare, perché ritengo che sia una festa circondata da troppa retorica, da troppo buonismo.

Per carità, non nego l’importantissimo apporto che i partigiani hanno dato alla causa della liberazione italiana dal nazi-fascismo, ma non voglio e non posso dimenticare anche i crimini di cui si sono macchiati, come ad esempio l’eccidio di Porzûs, oppure l’uccisione del seminarista Ronaldo Rivi.

Mi piacerebbe che venissero maggiormente ricordati i veri liberatori del nostro paese: le forze armate straniere che vennero qui e sparsero il loro sangue per noi.

Da veneta, il 25 Aprile per me è semplicemente la festa dell’evangelista e apostolo San Marco, figura importante  perché è colui che ha portato il Vangelo nelle terre del nord-est d’Italia.

Molti vi diranno che essere liberi significa fare quello che si vuole. Ma qui bisogna saper dire dei no. Se tu non sai dire di no, non sei libero. Libero è chi sa dire sì e sa dire no. La libertà non è poter sempre fare quello che mi va: questo rende chiusi, distanti, impedisce di essere amici aperti e sinceri; non è vero che quando io sto bene tutto va bene. No, non è vero. La libertà, invece, è il dono di poter scegliere il bene: questa è libertà. È libero chi sceglie il bene, chi cerca quello che piace a Dio, anche se è faticoso, non è facile. Ma io credo che voi giovani non abbiate paura delle fatiche, siete coraggiosi! Solo con scelte coraggiose e forti si realizzano i sogni più grandi, quelli per cui vale la pena di spendere la vita. Scelte coraggiose e forti. Non accontentatevi della mediocrità, di “vivacchiare” stando comodi e seduti; non fidatevi di chi vi distrae dalla vera ricchezza, che siete voi, dicendovi che la vita è bella solo se si hanno molte cose; diffidate di chi vuol farvi credere che valete quando vi mascherate da forti, come gli eroi dei film, o quando portate abiti all’ultima moda. La vostra felicità non ha prezzo e non si commercia; non è una “app” che si scarica sul telefonino: nemmeno la versione più aggiornata potrà aiutarvi a diventare liberi e grandi nell’amore. La libertà è un’altra cosapapa Francesco, santa messa per il Giubileo dei giovani, Domenica 24 Aprile 2016

Questa festa ci deve far riflettere sul concetto di libertà, concetto cristiano poiché Dio ci ha creato e ci vuole liberi.

Libertà che va non solo difesa ma anche diffusa perché non è conquistata per sempre!

Possa San Marco intercedere per noi, ed aiutarci in questi tempi bui!

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: