Home > Olocausto > #Antisemitismo? No grazie!

#Antisemitismo? No grazie!


 

Oggi l’Italia celebra la Giornata della Memoria dell’Olocausto. È stata scelta questa data perché, 70 anni fa oggi, venne liberato il campo di concentramento di Auschwitz.

Si dice che sia importante ricordare perché una cosa simile non si ripeta.

Ciò è vero ancor più oggi poiché vediamo che l’antisemitismo che portò all’Olocausto si sta ripresentando in forme sempre più gravi in tutta Europa.

Gli ebrei non si sentono più sicuri in Europa ed emigrano sempre più massiciamente in Israele, cosa davvero triste. Mi permetto di scrivere: meno male che esiste Israele!

Dobbiamo fare in modo che questa giornata non passi invano! Dobbiamo lottare quotidianamente perché l’ignoranza che porta all’antisemitismo sia sconfitta!

Dobbiamo quotidianamente dimostrare il nostro sostegno ad Israele, patria degli ebrei, unico stato democratico in Medio Oriente affermando che chi vuole la distruzione di Israele è un antisemita della peggior specie.

Un amico, condividendo con me su Facebook questo articolo, mi ha lasciato questo commento che voglio porre alla vostra attenzione poiché lo condivido parola per parola:

«Sia dato un significato concreto alla “Memoria”.

Il timore è sempre quello d’essere retorici e di sentirsi come cloni che ripetono da anni le stesse cose.

La “Memoria”, come rito sacro da celebrare annualmente, col trascorrere del tempo rischia di diventare una storia che si perde nella notte dei tempi. Si moltiplica nel frattempo la letteratura di chi prova a negare la Shoah, a banalizzare il martirio degli ebrei e a nascondere le brutalità del nazismo. Settanta anni fa si è celebrata la più folle mortificazione alla dignità degli uomini e sono emersi gli istinti più bestiali di chi è stato educato ad odiare. Una barbarie crudele, accompagnata da una ostinazione capillare, cinica e maniacale.

Non deve più accadere.

C’è, però, ancora oggi chi prova ad accendere le micce dell’odio e s’impegna a riprendere i luoghi comuni di una presunta colpa eterna.
C’è ancora oggi chi chiama allo sterminio e associa al male assoluto un popolo che lotta per la sua sopravvivenza.
Un popolo, quello di Israele, che lotta ancora per difendere i confini e la sovranità del territorio in cui l’ebraismo è nato.
Donne e bambini, giovani e anziani minacciati nei territori a cui, per i sentimenti e per la sacralità dei luoghi, sono fortemente legati.

La “Memoria” va accompagnata alla difesa dei diritti di tutti, però.

Non può essere solo una ricorrenza annuale priva del coraggio della stessa memoria per darne un significato concreto.

Va difeso il territorio, vanno difese le tradizioni dei popoli, le loro identità, i valori che sono stati tramandati. Ciascuno sia libero di fare le proprie scelte di vita, ma nella propria terra e tra i propri conterranei. Va difesa la tolleranza verso chi ha idee diverse, ma anche il diritto delle comunità di stabilire le regole della convivenza civile. Va soprattutto respinto ogni atto di chi predica odio e intolleranza. Comprese le prediche ed i sermoni nei centri di culto. Nessuno sia esente dall’essere uomo pacifico e civile.

L’Europa, cresciuta e maturata nelle tradizioni ebraico-cristiane, ha così il dovere di respingere chi, nei paesi europei, predica l’odio.

Sia dissuaso nella maniera più pacifica e nello stesso più determinata possibile, chi interpreta la tolleranza come una debolezza da usare per colpire la civiltà e lo stile di vita occidentale.

Tutto questo può dare un significato all’avere “Memoria”».

 

International Holocaust Remembrance Day 2015

Dichiarazione di Silvio Berlusconi

Dichiarazione del premier Matteo Renzi

Categorie:Olocausto
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: