Home > Epifania > Tutti i popoli ti adoreranno o Signore

Tutti i popoli ti adoreranno o Signore


Gesù nacque a Betlemme di Giudea, al tempo del re Erode. Alcuni Magi giunsero da oriente a Gerusalemme e domandavano: «Dov’è il re dei Giudei che è nato? Abbiamo visto sorgere la sua stella, e siamo venuti per adorarlo». All’udire queste parole, il re Erode restò turbato e con lui tutta Gerusalemme. Riuniti tutti i sommi sacerdoti e gli scribi del popolo, s’informava da loro sul luogo in cui doveva nascere il Messia. Gli risposero: «A Betlemme di Giudea, perché così è scritto per mezzo del profeta: E tu, Betlemme, terra di Giuda, non sei davvero il più piccolo capoluogo di Giuda: da te uscirà infatti un capo che pascerà il mio popolo, Israele».

Allora Erode, chiamati segretamente i Magi, si fece dire con esattezza da loro il tempo in cui era apparsa la stella e li inviò a Betlemme esortandoli: «Andate e informatevi accuratamente del bambino e, quando l’avrete trovato, fatemelo sapere, perché anch’io venga ad adorarlo». Udite le parole del re, essi partirono.

Ed ecco la stella, che avevano visto nel suo sorgere, li precedeva, finché giunse e si fermò sopra il luogo dove si trovava il bambino. Al vedere la stella, essi provarono una grandissima gioia. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, e prostratisi lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra. Avvertiti poi in sogno di non tornare da Erode, per un’altra strada fecero ritorno al loro paese“. dal vangelo secondo Matteo, capitolo 2, vv. 1-12

 

 

La ricerca dei Magi incomincia da lontano. camminano tanto, guidati da una stella misteriosa. Interrogano gli abitanti di Gerusalemme, sopportano in silenzio anche la notte oscura. Alla fine approdano ai piedi di un piccolo fanciullo. È verso questo piccolo fanciullo che devono convergere tutti gli sguardi e verso Colei, Maria, che presenta ai Magi il Salvatore del mondo. Tutti siamo chiamati a camminare, a cercare, superando barriere e difficoltà. Potremo anche essere ingannati. Ma non eprdiamo di vista la stella che è l’amore di Dio che cerca ciascuno di noi.

Oggi accompagniamo i nostri piccoli ad adorare Gesù nato per noi. Preghiamo perché dai loro genitori, dai catechisti, dalla nostra comunità siano iniziati allo spirito di preghiera e di adorazione e un giorno come i Magi possano incontrare la luce e la bontà del Signore.

Ci ricordiamo tutti i bambini del mondo, in particolare di quelli che sono vittime della violenza, della guerra, dello sfruttamento. Ci sia per tutti maggiore cura e attenzione. Gesù riconosce in loro la grande dignità di figli di Dio.

 

dal foglietto informativo della mia parrocchia “Canta e cammina”

Santa Messa nella Solennità dell’Epifania del Signore

Angelus

Categorie:Epifania
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: