Home > Ascensione > Sono con voi tutti i giorni

Sono con voi tutti i giorni


“Gli undici discepoli, intanto, andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro fissato. Quando lo videro, gli si prostrarono innanzi; alcuni però dubitavano. E Gesù, avvicinatosi, disse loro: «Mi è stato dato ogni potere in cielo e in terra. Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito santo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo». Dal Vangelo secondo Matteo 28, 16-20

Gesù non si allontana da noi. Con l’ascensione alla destra del Padre inventa un modo nuovo per essere presente nella sua Chiesa.

È continuamente vicino a noi quando lo annunciamo e testimoniamo con la vita la sua Parola. È con noi nelle relazioni di perdono e di fraternità che sappiamo costruire. È con noi nel segno del Pane, per guarirci dall’egoismo e per nutrire la nostra debolezza.

Non fissiamo lo sguardo al cielo per aspettare tutto dall’alto, miracoli a basso prezzo. Ma ci muoviamo nelle nostre quotidiane responsabilità. Con Lui ancora vivo e portato da noi.

 


 

Sul monte Gesù raccoglie per l’ultima volta gli apostoli e li invia nel mondo intero. In loro c’è adorazione e dubbio, incertezza e coraggio. Non sono quindi perfetti, non sono tutti abitati da una fede granitica o fanatica. Si metteranno in cammino per approfondire la loro fede e rafforzare quella degli altri. Ricevono da Gesù il potere del servizio e dell’amore, per uscire da sé e aprirsi agli altri, facendosi dono.

La Chiesa è per sua natura missionaria.

Il Signore ha amato in modo eccezionale durante tutta la sua vita tra noi. Ora affida alla comunità che ha fondato lo stesso potere di amare, affinché lo viva e lo trasmetta a tutti gli uomini. E poiché l’esercizio di questo potere non è facile egli stesso garantisce la sa presenza: Io sono con voi tutti i giorni fino alla fine del mondo.

Come Risorto ci dà la forza di camminare lungo la via che ci ha indicato. Rimane il centro propulsore della sua comunità. Non si congeda. Non si allontana. Cambia il modo di essere presente. Senza di lui non possiamo far nulla. Con la sua sicura presenza si può scrivere la storia nuova della civiltà dell’amore.

Dal foglietto settimanale della mia parrocchia, Canta e Cammina

Categorie:Ascensione
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: