Home > Bibbia, Gesù Cristo, Satana > Gesù vince il Male

Gesù vince il Male


“Allora Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto per esser tentato dal diavolo. E dopo aver digiunato quaranta giorni e quaranta notti, ebbe fame.  Il tentatore allora gli si accostò e gli disse: «Se sei Figlio di Dio, dì che questi sassi diventino pane».  Ma egli rispose: «Sta scritto: Non di solo pane vivrà l’uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio».

Allora il diavolo lo condusse con sé nella città santa, lo depose sul pinnacolo del tempio  e gli disse: «Se sei Figlio di Dio, gettati giù, poiché sta scritto: Ai suoi angeli darà ordini a tuo riguardo, ed essi ti  sorreggeranno con le loro mani, perché non abbia a urtare contro un sasso il tuo piede». Gesù gli rispose: «Sta scritto anche: Non tentare il Signore Dio tuo».

Di nuovo il diavolo lo condusse con sé sopra un monte altissimo e gli mostrò tutti i regni del mondo con la loro gloria e gli disse: «Tutte queste cose io ti darò, se, prostrandoti, mi adorerai».  Ma Gesù gli rispose:  «Vattene, satana! Sta scritto: Adora il Signore Dio tuo e a lui solo rendi culto».

Allora il diavolo lo lasciò ed ecco angeli gli si accostarono e lo servivano”.

Dal Vangelo secondo Matteo, capitolo 4, vv 1 – 11

Gesù viene provocato in un bisogno naturale, quello della fame che certamente lo sta piegando dopo tanti giorni di digiuno. Ma non cede alla provocazione del diavolo: fa capire che pur sofferendo è attento a quello che Dio vuole da Lui e non si piega ad altre autorità. E Gesù lascia le pietre nel deserto.

Così non si fa tentare dallo spettacolo che poteva costituire il suo lancio nel vuoto dal pinnacolo del Tempio. Il suo rapporto con Dio è fondato sulla fiducia non su prove o pretese.

Davanti ai regni della terra non ptretende il dominio, non fa baratto con satana, che sta solo cercando di esercitare un potere sul cuore delle creature. Così Gesù ribadisce il primato di Dio ma anche la sua unicità e fa capire quanto sono malvagie le richieste di satana.

Così viene tentato e così non si lascia schiacciare dalle tentazioni.

È lo Spirito che spinge Gesù nel deserto perché sia tentato dal diavolo. La prova fa parte del progetto di Dio. Doveva smascherare il grande emico che continuamente tendeva insidie a Lui e oggi anche a noi. Spesso lo ignoriamo o neppure ci accorgiamo delel reti sottili con le quali ci attira.

Gesù ci ha insegnato: Vegliate e pregate per non cadere nella tentazione.  E ancora: Liberaci dal Maligno…

Fa’ che non cadiamo nella tentazione. L’arma più sicura è quelal di metterci in adorazione, in preghiera, per cercare solo la volontà del Padre.

dal foglietto settimanale della mia parrocchia, “Canta e cammina”

Categorie:Bibbia, Gesù Cristo, Satana
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: