Home > Riflessione > Rebloggo: La sinistra ipocrita

Rebloggo: La sinistra ipocrita


Dal blog “Italia e Mondo“:

Cari amici ed amiche.

Sulla pagina di Facebook “Questa è la sinistra italiana“, ho trovato questa foto di alcuni “tweet” di Nichi Vendola.

Ora, ho ancora in mente le reazioni di sdegno di ieri, riguardo a quello che ha detto il senatore della Lega Nord Roberto Calderoli che ha definito la Ministra dell’Integrazione Cécile Kyenge un “orango”.

È evidente che quello che ha detto Calderoli sia stato infelice e bene ha fatto egli stesso a scusarsi.
Tuttavia, mentre la sinistra si sdegna di ciò, dalle sue parti c’è chi apostrofa il presidente Berlusconi con termini come “caimano” o “psiconano”, l’onorevole Renato Brunetta con l’espressione “energumeno tascabile” e “nano”,  il direttore de “Il Foglio” Giuliano Ferrara con termini come “grassone” o che definiscono gli elettori del Popolo della Libertà “puttanieri” e le donne del medesimo partito “puttane”.

A certa sinistra piace la “doppia morale”.

Se qualcuno dice qualcosa contro un esponente di sinistra, subito c’è un coro di persone sdegnate che accusano gli altri di essere nemici del popolo.
Invece, contro il centrodestra si può dire di tutto.
Questo è inaccettabile!

È evidente che a sinistra vi sia chi si crede superiore agli altri.
In realtà, queste persone sono solo ipocrite.

Cordiali saluti.

Categorie:Riflessione
  1. Paolo Merolla
    luglio 18, 2013 alle 09:36

    Premesso che persone come nichi con la acca “persone” non sono, e quindi condivido il senso di quanto hai scritto, io credo che quel senatore – che in privato non metto in dubbio sia una onesta e simpatica persona – non sia stato affatto “infelice”, ma perfettamente meritevole di condanna, anche penale.
    Approfittando del fatto che in lui, all’onestà, non si accompagni un briciolo di senso comune, sono anni che il loro obbiettivo è lui. Se ci casca in pieno, deve renderne conto.
    Proprio perché la doppia morale (sei stata troppo gentile con loro definendola solo così, lol) a noi non appartiene è un fatto che “orango” è una parola uscita dalla sua bocca, quindi ora va isolato da tutti.
    Non ci riescono a fare di tutti noi degli imbecilli perché l’uomo fa colazione con la vodka.
    Proprio perché questo blog è eccellente ero convinto che su questo non avresti scritto. Sono tutti fatti loro: hanno la terza media, si odiano molto più tra loro di quanto disprezzino Calderoli. Sarò idealista, ma che ne parlino loro del ripugnante commento sessista e razzista, e i suoi tifosi lo applaudano. In Italia la politica è il calcio… se il suo partito, col quale simpatizzavo, prima che una tesserata mi disse che aveva rinunciato ad una candidatura perché la Lega erano tre anni che il movimento era divenuto un covo di potere, ed anche i partiti vicini a quel movimento non lo rinnegano al 100 percento, allora ci vogliamo male.
    (naturalmente non lo stanno facendo)

    • luglio 18, 2013 alle 10:43

      Premetto che non condivido quanto detto da Calderoli, ho ripreso l’articolo di Antonio perchè volevo sottolineare l’ipocrisia enorme della sinistra italiana.

      Vero è che poteva risparmiarsi il commento e criticare il ministro sui fatti, però addirittura passare ad un’azione penale mi sembra al quanto esagerato. Se ciò avvenisse sarebbe un precedente grave … allora tutti coloro che esprimono un’espressione razzista nei confronti di un nero dovrebbero essere penalmente puniti? E perché fermarsi solo ai neri? Perché non portare in tribunale anche chi insulta i gay (e forse per questo manca poco), gli asiatici, le donne?

      Mi sembra che si stia facendo troppo rumore per nulla … se Calderoli si deve dimettere allora devono farlo anche tutti quegli esponenti di sinistra che hanno attaccato Berlusconi e Brunetta per la loro statura, o anche peggio.

      Lo so che tutti i partiti sono una delusione ma non possiamo farne a meno! Cerchiamo di farci sentire e di cambiare le cose!

  2. Paolo Merolla
    luglio 18, 2013 alle 23:25

    Oh, scusa, non era tuo! Che stupido, era scritto nel titolo.
    Per le conseguenze penali, non conoscendo la legge, avrei dovuto precisare eventuali, se e allorquando… avesse corrisposto ad un reato. Come scrivi alla fine, “troppo rumore per nulla!”. Ringrazio per la replica, impeccabile. E non l’hai ribloggata, stavolta è sicuro, precisa concisa e chiara. Ho la mia età e ho preso un granchio, utlizzando tutto quello spazio per dire ciò che già pensavi: riguarda quelli che del bene comune se ne fregano, non noi, e certo non amplifichiamo l’inganno vile e premeditato. Insomma è stato un quipoccuò, direbbe Totò.

    • luglio 19, 2013 alle 10:15

      Il post non è mio ma l’ho condiviso perché lo condivido. La risposta, invece, è tutta farina del mio sacco😀. Felice che si sia risolto l’equivoco.😀

  3. Paolo Merolla
    luglio 19, 2013 alle 14:16

    Felice uguale. Oggi parto con un blog sull’Inter – la crisi dell’ippica sembra non finire quindi solo quello mi resta.🙂

    • luglio 20, 2013 alle 12:21

      Se vuoi posso darti delle informazioni!😀 Appassionato di ippica?

  4. Paolo Merolla
    luglio 20, 2013 alle 19:38

    No, andavo ad Agnano a scommetere quando ero piccolo, ma ora tutto è finito, il Gran Premio non è più collegato alla lottera.. tutta l’ippica italiana è in crisi da 2 anni, prima c’erano quei posti, c’erano le agenzie ippiche, dovunque, si scommetteva solo sulle corse dei cavalli. Adesso tra binghi e lotterie la gente paga le tasse due volte ed è pure contenta in quei nuovi posti tutti puliti dove nessuno fuma, bah…😦
    In ogni modo intendevo “darsi all’ippica” come indicativo di fallimento, ma visto che non c’è più, non resta che il calcio.
    Saresti davvero molto cortese se mi potessi dare veline quotidiane riguardo i campioni dell’Inter.
    Ho comprato il dominio, pago dopo (sono medico e neanche pratico, ma basta dirlo e davvero credono che gli darò i soldi, 3 euri, costava 5 euro negli anni 90, ma con i nuovi suffissi il numero a disposizione è infinito). Per adesso il link http://www.nerazzurrriemoltopotenti.tk dà quella scritta lavoro in corso. Ah, se vuoi una rubrica tua accomodati, io sono più un manager che un semplice giornalista. L’unica richiesta è essere piuttosto moderati, tipo evitare di scrivere “brutto cannibale della Ternana, ti ammazziamo e ti mangiamo noi a te”. Grazie, qualsiasi cosa mi sarà utile!!🙂

    • luglio 22, 2013 alle 07:42

      Io ho un cugino che lavora all’ippodromo a Milano che rischai il posto! Per il blog perfetto! Vedrò cosa posso passarti!

  5. luglio 22, 2013 alle 15:45

    Mi dispiace pertuo cugino…
    Sì sì il blog perfetto!!

    • luglio 24, 2013 alle 15:44

      Non devi dispiacerti … è in mezzo ai sindacati qualcosa troverà!😀 Allora per il blog ok!

  6. Paolo Merolla
    luglio 24, 2013 alle 15:54

    Oh, bene!
    Per il blog OKAY, grazie per il RT !!!!

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: