Home > Ricordo > The Armenian Genocide of 1915

The Armenian Genocide of 1915


Categorie:Ricordo
  1. Paolo Merolla
    giugno 28, 2013 alle 08:09

    Davvero senza parole. La Turchia ovviamente ancora lo nega – la simpatica nazione che continua ANCORA OGGI a trasformare le chiese di Bisanzio (la prima sede della Chiesa), in alberghi o moschee [l’UE – che non rappresenta nessuno – (siamo nazioni amiche e orgogliose, quell’organizzazione ci divide! io credo) ancora sta decidando di fare della Turchia …]
    Anche i parlamenti bulgaro e ucraino (credo lo sappia tu, io non ricordo) hanno approvato mozioni che lo negano. I cristianissimi, i primi, 100 anni e… al male forse ci si abitua:
    Io credo che a scuola appena fosse descritto (in poche righe ed evitando assolutamente di scrivere che fu esattamente come, o forse peggiore, del genocidio di Hitler).
    E adesso gli armeni hanno quella piccola nazione, un governo autocratico, e certamente l’Armenia non sta lì. Penso ai mei “amici” con lo scudetto ufficiale di militanti per i diritti umani, dell’Onu non è decente parlare, lì si baciano Obama e Ahmamidehjad.

    P.S. un altro scoop, in 10-30 anni, lo regali a me, per piacere? No facciamo 5 anni, non mi sento particolarmente bene. Poi dopo il video.

    GRAZIE

  2. giugno 28, 2013 alle 11:01

    Grazie per il commento e per la menzione su Twitter. Questo genocidio, da quel poco che ne so io, ha avuto come causa scatenante il nazionalismo turco che in quel periodo era molto forte, quindi dal punto di vista turco è ovvio che tentino di negarlo anche se, parte della popolazione, vorrebbe almeno parlarne.

    Se non l’hai letto ti consiglio di leggere “La masseria delle allodole” di Antonia Arslan e anche altri libri suoi che trattano di questo genocidio, che ha visto vittime anche la sua famiglia.

    Credo che la Turchia, ora come ora, non voglia più entrare a far parte dell’Europa e ciò non può che farmi piacere.

    P.S. Il post ha avuto anche una visualizzazione dalla Turchia!

  3. Paolo Merolla
    giugno 28, 2013 alle 13:33

    Grazie per il libro consigliato, e congratulazioni per i traguardi raggiunti con il tuo lavoro!

  4. giugno 29, 2013 alle 08:28

    Speriamo che serva!

  5. Paolo Merolla
    giugno 29, 2013 alle 10:58

    Sì, tutto serve riguardo quello. La Germania poté uscire dalla Shoah commessa, perché i tedeschi, insieme al mondo intero, la “metabolizzarono”, ne parlarono e ne parlano….. per ciò che hanno i fatto i Turchi tutto serve, come dicevi. Anche per i tantissimi di loro che, insieme agli Armeni, fanno parte di un mondo nuovo ma senza l’aiuto del mondo non si libereranno dalla sottomessione a democrazie solo di nome.

  6. giugno 29, 2013 alle 20:21

    Giusto.

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: