Home > NonSoloRoma > Nasce l’“Accademia della fertilità” per combattere la sterilità

Nasce l’“Accademia della fertilità” per combattere la sterilità


Pubblicato il 25 Giugno 2012 su “NonSoloRoma“:

I numeri del fenomeno delle patologie collegate alla sfera sessuale e alla sterilità, maschile e femminile, ha ormai assunto dimensioni allarmanti.
Su 350 milioni di nuovi casi all’anno di infezioni dell’apparato riproduttivo fra i ragazzi, 111 milioni sono giovani con meno di 25 anni. E ancora: il 15% delle coppie che cerca di avere un bambino, è sterile.I medici dell’Università di Roma «La Sapienza» in collaborazione con il Ministero della Salute, hanno avviato il progetto «Accademia della fertilità» per l’educazione alla salute riproduttiva della popolazione giovanile e degli operatori sanitari.

Il progetto, che durerà fino al 17 Settembre, prevede approfondimenti su fattori di rischio sterilità, malattia sessualmente trasmesse, terapie mediche e chirurgiche, crioconservazione dei gameti e procreazione medicalmente assistita.

Vengono poi distribuiti anche questionari consocitivi sulle abituidini di vita degli studenti e riviste di approfondimento, a cura del Ministero della Salute.
Andrea Lenzi, ordinario di endocrinologia alla Sapienza e coordinatore del progetto: «Ci sono nuovi fattori di rischio dell’infertilità. In particolare l’obesità, i disturbi del comportamento alimentare, alcool, fumo e droghe, il doping usato nelle palestre e gli interferenti endocrini ambientali come i derivati delle plastiche e degli idrocarburi. Tra le donne sono aumentate alterazioni tubariche, malattie infiammatorie pelviche, fibromi uterini, endometriosi, disturbi dell’ovulazioni ed ormonali.
Tra gli uomini le alterazioni della produzione ormonale che riducono il testosterone e modificano la struttura e la funzione del testicolo, come varicocele, criptorchidismo, malformazioni genitali, infiammazioni dei testicoli e degli epididimi e le patologie prostatiche».

Ci sono anche altri fattori che contribuiscono all’aumento della sterilità. Il primo che lafa aumentare al 15% nei paesi occidentali è l’elevata età materna. Altri fattori hanno a che fare con l’ambiente che ci circonda: insetticidi e solventi, l’assunzione del piombo con lo smog e il mercurio con il consumo di certi pesci di alto mare.

C’è poi da evidenziare il fatto che molto spesso la diagnosi di sterilità non è corretta: con «infertile» si definisce la coppia che non riesce a concepire entro 12 mesi di rapporti sessuali privi di trattamenti anticoncezionali.
Tuttavia alcuen coppie concepiscono attendendo anche più tempo, e per questo andrebebro chiamate «sub fertili».

Quindi, ancor prima di pensare alla fecondazione assistita, bisognerebbe cercare di prevenire la comparsa di queste patologie cercando di intervenire sui fattori scatenanti.

Categorie:NonSoloRoma
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: