Home > Associazioni, AVIS, Dono, Sangue, Volontariato > AVIS: dona il sangue e salva una vita

AVIS: dona il sangue e salva una vita


Ciao! Oggi vi voglio parlare dell’AVIS., ovvero dell’Associazione Volontari Italiani del Sangue, di cui anch’io faccio parte.

Le origini dell’Associazione risalgono al 1926, quando il dottor Vittorio Formentano lancia sul Corriere della Sera a Milano, un appello per costituire un gruppo di volontari per la donazione del sangue. All’invito risposero 17 persone che si riunirono nel 1927, dando vita alla prima Associazione Italiana di Volontari del Sangue. Nell’occasione furono delineati gli obiettividella futura associazione:

  • soddisfare la crescente necessità di sangue dei diversi gruppi sanguigni;
  • avere donatori pronti e controllati e
  • lottare per eliminare la compravendita di sangue.

L’Associazione Italiana di Volontari del Sangue si costituì ufficialmente a Milano nel 1929.

Dopo il travagliato periodo del fascismo, nel 1950 AVIS viene riconosciuta dallo Stato con la Legge n. 49, mentre con la legge n. 592 del 1967 viene regolamentata la raccolta, la conservazione e la distribuzione del sangue umano sul territorio nazionale. Dagli anni ’70 la diffusione dell’Associazione si fa sempre più capillare, grazie alla nascita delle sedi regionali, provinciali e comunali, legate da un unico Statuto alla Sede Nazionale.

L’AVIS annovera il maggior numero di associati in Italia: oltre 1.100.000 donatori. Si articola in numerosi organismi a livello nazionale, regionale, provinciale e comunale capillarmente, distribuiti. Alla sede nazionale aderisce l’ABVS (Associazione Bellunese Volontari del Sangue) che ha sottoscritto con la sede regionale del Veneto una convenzione.

L’AVIS è costituita da coloro che donano volontariamente, gratuitamente e anonimamente il proprio sangue; è apartitica, aconfessionale, non ammette discriminazioni di sesso, razza, lingua, nazionalità, religione e ideologia politica ed esclude qualsiasi fine di lucro.

È importante che il donatore sia associato e quindi periodico perché così egli è sotto controllo e il suo sangue, quindi, risulta più sicuro.

Il sangue è un elemento vitale per gli esseri umani e serve in numerosi situazioni mediche quali interventi chirurgici, terapie mediche etc. Siccome non può essere creato in laboratorio dev’essere donato: ecco perché, chi può, deve diventare donatore di sangue ed iscriversi all’AVIS!

Sul sito dell’AVIS potrete trovare tutta la legislazione che regolamenta la raccolta del sangue, e tutte le informazioni su come diventare donatore.

Vi invito a entrare nell’AVIS: farete qualcosa di veramente importante non solo per le persone malate ma anche per voi stessi!

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: